Bondora: la recensione della piattaforma

Bondora è una piattaforma Estone di prestiti tra privati (“Peer to peer lending”) fondata nel 2009 che offre la possibilità di finanziare prestiti in Estonia, Finlandia e Spagna. E’ la seconda piattaforma in Europa in termini di volumi ed attualmente è supportata da oltre 72.000 investitori. Qualunque cittadino europeo può iscriversi e iniziare ad investire con appena 1 euro a tassi medi intorno al 10.6% annuo lordo.  

Key Numbers


  • +72.500 investitori attivi
  • +247 milioni di euro raccolti
  • +10.6% rendimento medio annuo (lordo)
  • +0.5% tasso di default osservato

Caratteristiche principali

  • Tipologia di prestiti: Consumer loans, business loans
  • Mercati: Estonia, Spagna, Finlandia
  • Durata: 3mesi – 60mesi
  • Range tassi di interesse: 5 – 14%+
  • Commissioni investitore: non presenti
  • Investimento minimo: 1 EUR
  • Valuta: EUR
  • Mercato secondario: Si
  • Auto-invest: Si
  • Garanzia Buyback: No
  • Regolamentata: Si come credit provider
  • Loanbook disponibile: Si

Come funziona Bondora

Come tutte le piattaforme di P2P lending, Bondora effettua l’analisi del rischio di credito dei richiedenti e per coloro che sono valutati positivamente, li propone agli investitori all’interno di un marketplace. A questo punto gli utenti possono decidere di finanziare ogni singolo soggetto, anche frazionando l’importo. La condivisione del finanziamento comporta la condivisione e la riduzione del rischio che il mutuatario non paghi. In questo modo, un eventuale mancato pagamento di una rata si ripartisce su tutti gli investitori che hanno concorso al finanziamento del debitore.

Il modello di business di Bondora si basa sui ricavi percepiti dai borrowers (Richiedenti). L’investitore invece non paga alcuna commissione, né per depositare denaro, né per investirlo, né per prelevarlo. Il denaro trasferito su Bondora viene custodito in un conto segregato nella SEB Bank, una banca scandinava con un buon rating (più alto rispetto a diverse banche italiane).

Come investire in Bondora?

Bondora è stata creata per offrire opportunità di investimento per un’ampia gamma sia di investitori alle prime armi che di investitori sofisticati. Allo stato attuale, la piattaforma offre quattro modalità di investimento che analizzeremo in dettaglio.

Go & Grow

Il prodotto Go & Grow può essere paragonato ad un conto di deposito bancario ed è il prodotto più indicato per investitori alle prime armi. Le impostazioni iniziali sono molto semplici. Dopo aver assegnato un nome al proprio conto, occorre definire la cifra iniziale che si vuole investire, gli eventuali depositi mensili e la durata espressa in termini di anni. A questo punto, il sistema configura in automatico la strategia di investimento ed acquisterà direttamente sul mercato i finanziamenti. Il rendimento atteso è pari al 6.75% annuo lordo liquidato giornalmente. Il sistema investe solo su prestiti a breve termine ed è possibile liquidare la propria posizione in qualsiasi momento al costo di 1 euro.

Portfolio manager

Portfolio manager è la seconda modalità di investimento, leggermente più personalizzabile rispetto a Go & Grow. Anche questa modalità è indicata per investitori alle prime armi o per coloro i quali non hanno ancora una buona familiarità con lo strumento. Rispetto al precedente prodotto, è possibile decidere il livello di rischio / rendimento al quale siamo interessati. In automatico, la piattaforma distribuirà le somme da investire nelle diverse classi di rischio. L’importo minimo è di 5 €. Portfolio Manager si occupa anche di acquistare o rivendere i prestiti sul Mercato secondario.

Portfolio PRO

La terza modalità di investimento “Portfolio PRO” è la più indicata per investitori esperti in quanto offre un ampio numero di impostazioni rispetto alle altre due modalità. All’inizio, come sempre, dovrai impostare i tuoi criteri, da quel momento in poi, Portfolio Pro si occuperà autonomamente del processo di investimento. I criteri principali sono: geografia, classi di rischio, durata e ammontare massimo da investire su ogni singolo prestito. Bondora assegna a ogni prestito una valutazione di probabilità di default dei pagamenti. Il rating ha otto livelli che vanno da “AA” (minore probabilità di default) a “HR” (maggiore probabilità di default).

API

L’ultima modalità di investimento, utilizzata dall’ 1% degli investitori, riguarda l’API (application programming interface) che permette a coloro i quali abbiano competenze di programmazione di creare una propria applicazione di investimento. E’ la modalità più efficiente in quanto permette di costruire il proprio algoritmo di investimento ma altamente complessa da implementare per chi non ha buona dimestichezza con la programmazione. 

Mercato secondario e liquidità

Il mercato secondario di Bondora consente l’uscita anticipata di un investimento e recuperare il denaro prima della scadenza. E’ un mercato molto ampio e liquido ed offre la possibilità di fare extra-profitti cedendo i propri prestiti con un sovrapprezzo. Se invece si volesse liquidare le proprie posizioni in maniera quasi istantanea è necessario offrire i propri investimenti a sconto soprattutto per quelli che offrono rendimenti “poco interessanti”. Non sempre le posizioni riescono ad essere liquidate in tempi brevi, soprattutto quelle con rating piuttosto basso o in ritardo.

Conclusioni

Bondora è la seconda piattaforma in Europa in termini di volumi scambiati. All’interno del sito web è possibile scaricare tutto il loanbook della piattaforma da quando è nata. Analizzando nel dettaglio i dati, si possono notare numerosi ritardi, e la maggior parte di essi non offre una garanzia di buyback. Gli investitori alle prime armi non dovrebbero utilizzare le funzionalità avanzate in quanto potrebbero trovarsi con alcune perdite in portafoglio. Per questo genere di utenti, la migliore soluzione resta il prodotto Go & Grow anche se offre un tasso di interesse inferiore rispetto al tasso medio di mercato. Se volete provare ad utilizzare il prodotto, iscrivendovi con questo link troverete nel vostro account un bonus di 5 euro.

Informazioni su Daniele Forza 50 Articoli
Sono Daniele Forza, fondatore di questo blog. Dal 2015 investo attivamente nelle piattaforme di P2P Lending ed Equity crowdfunding e sono qui per raccontarvi la mia esperienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.