Il mio portafoglio di CrowdInvesting

P2P Lending portafoglio

Ciao e benvenuto nella pagina dedicata al monitoraggio del mio portafoglio di CrowdInvesting.

Quando ho iniziato a studiare il crowdfunding, ormai nel lontano 2015, non esisteva nessun sito web dedicato al mondo degli investimenti alternativi e le informazioni erano molto frammentate.

Si faceva molta fatica a capire come funzionasse il sistema e da qui ho pensato di aprire uno spazio web dove condividere le mie conoscenze che stavo via via acquisendo.

Investo principalmente in 4 differenti asset class:

Se non conosci questi strumenti, ti invito a leggere le guide introduttive e valutare se possono essere prodotti di investimento adatti anche a te.

Le piattaforme che ho testato e dove ho investito

In questi anni ho testato e utilizzato 22 piattaforme di Crowdfunding. Su alcune sono uscito completamente perché non le ho reputate all’altezza delle mie aspettative mentre su altre sto ancora investendo attivamente.

Nell’ambito del P2P Consumer lending, ho esposizioni aperte su Mintos, Viventor, Twino, Finbee, Lenndy, Lendermarket, ViaInvest, PeerBerry, DoFinance, Bondster, Iuvo, Grupeer, RoboCash, Bondora, Swaper e Smartika.

Nel P2P Business invece ho posizioni aperte su: October, Debitum Network e Fellow Finance.

Non sono più esposto molto in Real Estate crowdfunding: avevo qualche posizione aperta su EstateGuru e CrowdEstate. Ho infine anche qualche fattura commerciale acquistata tramite investly.

Il pratica il mio portafoglio è piuttosto concentrato su prestiti di tipo consumer.

Se vuoi provare qualche piattaforma, visita la pagina dedicata ai bonus e cashback per ottenere qualche sconto in fase di apertura del tuo nuovo conto.

I paesi target: dove investo principalmente?

Il mio portafoglio di CrowdInvesting contiene principalmente prestiti che vengono erogati in area Euro. Per capire come stanno andando le economie nei diversi paesi, utilizzo i dati sui principali indicatori macro-economici rilasciati della commissione europea: PIL, tasso di disoccupazione e tasso di inflazione.

Per semplicità ho ricostruito solo i grafici sulle previsioni dell’anno corrente (2021) e cliccando nella legenda in alto puoi vedere anche le altre metriche. Il prossimo anno si attende un elevato tasso di disoccupazione in Grecia, Spagna, Italia e Francia. Paesi dove attualmente non sono molto concentrato.

In Francia e Spagna però ci si aspetta anche un rimbalzo del PIL. In questo caso, l’Italia si posiziona al 9 posto.

Quanto ho investito nel CrowdInvesting?

I conferimenti netti di capitale sono rappresentati dall’area verde scura sotto la spezzata grigia. Il punto di massimo l’ho toccato a Gennaio 2020 dove avevo impiegato circa 21 mila euro.

A partire da marzo 2020 ho poi iniziato a ritirare il capitale per via della pandemia ed al 31 dicembre 2020 mi sono ritrovato con un impiego netto di circa 8.300 euro.

Il valore lordo del portafoglio (al lordo di posizioni in write-off e tasse) al 31 dicembre 2020 è pari a circa 12.500 euro. Come puoi notare, l’effetto della capitalizzazione composta sta cominciando a portare i primi risultati.

L’area compresa tra le due linee è il rendimento del mio portafoglio ovvero la cumulata degli interessi maturati mese dopo mese.

La mia rendita passiva

In questo grafico ho riportato il valore degli interessi che ho ottenuto ogni mese. Il punto di massimo l’ho toccato ad aprile 2020 dove ho realizzato una rendita passiva di quasi 200 euro.

Oggi il portafoglio continua comunque a generare una rendita di circa 100 euro mensili. Sono cifre piccole certo però il periodo storico che stiamo attraversando non è certo dei migliori per buttare tutto sul P2P Lending 🙂

Il rendimento del mio portafoglio

In tre anni ho realizzato una performance del 33.6%. I rendimenti medi mensili osservati sono pari allo 0.81% con punti di minimo dello 0.11% e di massimo dell’ 1.13%.

Come puoi notare il P2P Lending è uno strumento che offre rendimenti stabili in una maniera quasi impeccabile. Ed è questa una delle caratteristiche che più mi piace di questo prodotto.

La qualità del portafoglio

Diamo anche un’occhiata alla qualità del portafoglio. Ho iniziato a monitorare questa metrica da gennaio 2020 dividendo il valore del portafoglio in 4 insiemi: Bonis, Late, Default e Write-off.

Considero in default le posizioni che hanno più di 90 giorni di arretrato. Considero invece in write-off le posizione per le quali non ho più aspettative di incasso.

Ad oggi ho classificato in Write-off l’esposizione su Grupeer, Iuvo, e DoFinance. Al 31 dicembre 2020 ho circa 1.100 euro classificati in Write-off.

Gli aggiornamenti mensili

Ogni mese pubblico l’andamento progressivo del mio portafoglio di CrowdInvesting. Sono informazioni storiche dalle quali però si possono sempre trovare spunti di analisi interessanti.

Ti è piaciuto questo articolo? Fammi sapere il tuo voto.
[Voti totali: 2 Media: 5]
Informazioni su Daniele Forza 97 Articoli
Sono Daniele, fondatore di questo blog. Dal 2015 investo attivamente nelle piattaforme di P2P Lending e sono qui per raccontarvi la mia esperienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.