Swaper: la recensione della piattaforma

Oggi voglio parlarti di una piattaforma di prestiti P2P molto promettente nel panorama Europeo: Swaper!

Si tratta di un Marketplace di prestiti Peer to Peer operativo in Estonia che offre la possibilità a cittadini Europei di poter investire i propri risparmi su prestiti di tipo consumer unsecured (non garantiti) ad un tasso fisso lordo del 14% annuo nei mercati di Spagna, Polonia e Danimarca.

Swaper: l’azienda

In questo periodo di turbolenza, la trasparenza è d’obbligo e anche Swaper ha compreso la necessità di aprirsi agli investitori e condividere i propri risultati. E’ disponibile infatti una pagina che contiene le principali statistiche e abbiamo anche a disposizione l’ultimo bilancio audited da una società di revisione.

Nel corso dell’ anno fiscale 2019, la Società ha registrato ricavi pari a 1,34 milioni di euro con un margine di profitto lordo del 43%, un EBITDA (guadagni prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento) pari a 429 mila euro e un utile netto di 404 mila euro.

Swaper è una piattaforma relativamente giovane ma il numero di utenti attivi e nuovi utenti è in forte crescita

Swaper utenti attivi

…come anche i volumi erogati che non hanno subito particolari impatti a seguito della pandemia.

Swaper volumi

Come funziona Swaper?

Swaper è di fatto un’applicazione web attraverso la quale è possibile acquistare porzioni di prestiti erogati a soggetti privati in Spagna, Danimarca e Polonia.

Swaper marketplace

Tutte le richieste di prestito vengono processate, validate e pre-finanziate dalla società Wandoo Finance Group (che di fatto controlla anche Swaper).

In seguito, tali prestiti vengono caricati sulla piattaforma e resi disponibili a tutti gli investitori. Swaper è in grado di fare profitti attraverso il differenziale tra il tasso che paga il debitore e il tasso offerto all’investitore.

Poiché Swaper opera dall’Estonia, non è soggetta ad alcuna regolamentazione rendendola più rischiosa rispetto alle piattaforme di P2P Lending italiane (autorizzate da Banca D’Italia).

Quali sono i rischi nell’investire in Swaper?

Se decidi di investire in Swaper, (ma anche in altre piattaforme di prestiti tra privati), sei soggetto a diversi rischi: ecco i principali.

Rischio di credito: è il principale rischio che corriamo quando investiamo in questo genere di strumento finanziario. Si tratta in sostanza della possibilità di perdere il proprio denaro a seguito del mancato rimborso del prestito da parte del debitore. In questo caso, la piattaforma Swaper, garantisce per noi l’insolvenza acquistando dopo 30 giorni le rate insolute.

Rischio di cambio: Poiché la piattaforma offre prestiti anche in valuta differente rispetto all’Euro, è possibile registrare delle perdite in conto capitale dovute alla fluttuazione del tasso di cambio applicato. Per eliminare questo rischio puoi acquistare prestiti in Euro.

Rischio piattaforma: in questo caso si intende il default della piattaforma. E’ un rischio che non è poi così remoto nel mondo del P2P Lending. Tieni presente che le piattaforme di P2P lending sono solitamente Startup che spesso faticano ad arrivare a break-even e quindi avere problemi di liquidità.

Il prodotto offerto

Ecco una breve carrellata delle principali caratteristiche dei prestiti offerti all’interno della piattaforma.

Tasso fisso al 14%: ogni prestito inserito in piattaforma viene offerto ad un tasso di interesse fisso del 14%. Non ti danno quindi la possibilità di acquistare prestiti a tassi inferiori o superiori rendendo di fatto piatta la curva del rischio.

Extra bonus del 2%: se investi più di 5.000 euro, puoi ottenere un extra rendimento del 2% per tre mesi. In questo modo avrai la possibilità di ottenere un rendimento complessivo del 16%.

Investimenti in EUR e GBP: è possibile effettuare investimenti in valuta, sia in euro che in sterline senza alcuna commissione sul tasso di cambio.

Auto-investing: puoi costruire una strategia di investimento automatica che ti permetterà di risparmiare tempo nella selezione delle migliori opportunità di investimento.

Swaper autoinvest

Buyback-guarantee: ogni prestito che risulta in ritardo di 30 giorni viene automaticamente acquistato dalla piattaforma garantendo quindi al 100% il rischio di credito.

Applicazione iOS e Android: è possibile gestire il proprio conto da un’applicazione che offre tutte le funzionalità presenti nella versione Desktop.

Chi può investire in Swaper?

Possono iscriversi al portale tutti i cittadini europei maggiori di 18 anni e che siano titolari di un conto corrente in area Euro. Durante il processo di registrazione viene richiesto anche il caricamento dell proprio documento d’identità per poter superare i controlli di antiriciclaggio.

Swaper offre la possibilità di investire anche a soggetti giuridici (aziende) ma in questo caso sono necessari altri documenti di supporto come ad esempio l’ultima visura aziendale, dati e documenti del rappresentate legale e titolari effettivi.

La tassazione

Siccome Swaper è una piattaforma estera, il trattamento fiscale è differente rispetto alle piattaforme italiane. Tali piattaforme non applicano alcuna ritenuta alla fonte e pertanto saremo noi a dover dichiarare al fisco ogni anno i proventi realizzati.

In sostanza quindi, i rendimenti maturati nell’ anno di riferimento, andranno a concorrere alla formazione della base imponibile ai fini IRPEF (calcolato in base a scaglioni ed aliquote crescenti).

Swaper mette a disposizione dei risparmiatori un documento che riporta gli interessi percepiti per ogni anno solare di riferimento da presentare al proprio CAF o commercialista di fiducia.

La mia esperienza con Swaper

Ho provato ad investire 500 euro in Swaper per un periodo di 5 mesi (da marzo a luglio 2020), in pieno periodo Covid. In 5 mesi sono arrivato ad ottenere un rendimento cumulato del 4.5%, non male considerando il momento storico.

Swaper performance

La performance relativa alla qualità del portafoglio è buona anche se ovviamente i dati a disposizione sono un po’ troppo corti per poter trarre delle conclusioni dettagliate.

qualità credito

Ho effettuato infine un test di liquidità della piattaforma inserendo un ordine di vendita dell’intero portafoglio e sono riuscito a liquidare tutta la posizione entro pochi giorni.

Conclusioni

Swaper è una piattaforma Estone di P2P Lending che offre principalmente prestiti di tipo consumer in Spagna, Danimarca e Polonia. Dal punto di vista finaziario, la società è in ottima salute. (Utile di 404 mila euro nel 2019).

La piattaforma offre la possibilità di acquistare prestiti in valuta, ha un’app dedicata e il rendimento lordo offerto è pari al 14% annuo. E’ inoltre possibile ottenere un +2% di extra rendimento se si investe una somma superiore a 5.000 euro. Se vuoi sfruttare questa occasione registrati da questo link promozionale.

Informazioni su Daniele Forza 79 Articoli
Sono Daniele, fondatore di questo blog. Dal 2015 investo attivamente nelle piattaforme di P2P Lending e sono qui per raccontarvi la mia esperienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.