E’ ufficiale! prepay investimenti ottiene da consob l’autorizzazione ad operare come fornitore di servizi di crowdfunding. (qui la delibera). A partire dal 31 gennaio 2024 la società può quindi riaprire la piattaforma agli investitori e continuare ad operare in piena regola.

Che cos’è Prepay investimenti?

PrePay Srl è una startup innovativa fondata a Milano nel 2020 che ha sviluppato e lanciato una piattaforma di P2P Lending focalizzata in progetti di tipo immobiliare ed energetici.  (la recensione la trovi qui).

Prepay è inoltre la prima piattaforma “Investor First” ovvero focalizzata nel fornire strumenti utili a soddisfare tutte le esigenze degli investitori che potranno iniziare a investire a partire da soli 250 euro

Investor First è lo slogan che racchiude l’elemento differenziante della piattaforma e la sua unicità rispetto alla concorrenza ovvero il pagamento anticipato degli interessi sulle opportunità di investimento presenti in piattaforma.

Dal 2021 ad oggi, PrePay ha finanziato 26 progetti raccogliendo oltre 2,2  milioni, con una raccolta media per progetto di circa 90 mila euro.

Che cos’è il regolamento europeo?

Il mercato degli investimenti in crowdfunding si è evoluto tantissimo negli ultimi mesi e una delle principali novità è rappresentata dall’introduzione di un regolamento definito European Crowdfunding Service Providers (ECSP), al quale tutte le piattaforme europee devono uniformarsi.

Tale normativa è stata emanata con l’obiettivo di armonizzare e regolamentare il settore definendo regole comuni per tutte le piattaforme che operano in Europa attraverso i due principali modelli di business: equity e lending.

Rispetto al passato, dove alcune piattaforme (soprattutto estere) potevano operare in Italia senza avere alcuna licenza, il nuovo regolamento prevede che le piattaforme, per poter essere in regola, dovranno ottenere un’apposita licenza rilasciata da un’autorità di vigilanza (nel nostro caso da CONSOB).

Dall’11 novembre 2023 quindi chi non ha ancora ottenuto una licenza non può più raccogliere capitali o offrire servizi di crowdfunding offrendo una maggiore tutela nei confronti degli investitori interessati a questo genere di prodotti.

Quali sono i vantaggi del nuovo Regolamento ECSP?

Il Regolamento ECSP offre indubbiamente diversi vantaggi per il mercato, per gli investitori alla ricerca di opportunità di investimento e per le aziende alla ricerca di fonti di finanziamento alternative.

Vantaggi per il mercato

  • Abbattimento delle barriere normative tra i vari stati membri
  • Stimolo ad una maggiore crescita e sviluppo delle piattaforme
  • Maggiore concorrenza offerta dalle piattaforme che potranno raccogliere capitali in tutta europa

Vantaggi per gli investitori

  • Maggiore protezione e tutela dei risparmi e degli investimenti
  • Trasparenza e informazioni chiare e standardizzate tra le varie piattaforme

Vantaggi per le aziende

  • Limite massimo di raccolta di capitali fissato a 5 milioni di euro
  • Possibilità di ottenere finanziamenti cross-frontalieri in maniera semplificata

Perché il regolamento offre maggiore protezione agli investitori di Prepay?

Rispetto al passato dove le piattaforme di crowdfunding potevano raccogliere milioni sul web senza essere assoggettate ad alcun controllo di vigilanza, oggi il regolamento ESCP impone alle piattaforme controlli rigorosi da parte delle autorità di vigilanza.

In particolare Consob tra le varie attività:

  • Autorizza i fornitori di servizi di crowdfunding o ne revoca l’autorizzazione.
  • Assicura l’osservanza degli obblighi imposti dal regolamento UE 2020/1503 in materia di trasparenza, informative e conflitti di interesse
  • Monitora le comunicazioni di marketing diffuse sul territorio della Repubblica Italiana

La Banca d’Italia invece:

  • Verifica l’adeguatezza patrimoniale, la gestione e misurazione del rischio e di partecipazioni detenibili
  • Monitora il governo societario e i requisiti generali di organizzazione e di continuità dell’attività
  • Tiene traccia dell’organizzazione amministrativa e contabile, dei controlli interni, dei sistemi di remunerazione e incentivazione, dell’attività di risk management, audit e operations

Insomma, per un investitore che si affaccia al mercato della finanza alternativa è sicuramente un ambiente più controllato e soggetto a minori possibilità di scam rispetto ad esempio al mercato delle criptovalute dove vige ancora il far west.

Antonio Fasanella, co- founder di Prepay, ha commentato così: “Gli ultimi mesi sono stati densi di cambiamenti significativi, sia in termini di miglioramenti della piattaforma stessa che per quanto riguarda l’esperienza utente e lo sviluppo di nuovi progetti.

Un aspetto fondamentale di questo periodo è stato l’adattamento al nuovo regolamento europeo per i servizi di crowdfunding. Questo processo ha richiesto un impegno considerevole, protrattosi per quasi un anno. Nel corso del processo di autorizzazione, leggermente più lungo del previsto, è emerso come il nostro modello Prepay sia unico nel panorama del crowdfunding.

I nostri strumenti, parte integrante del modello ‘Investor First’, hanno richiesto analisi aggiuntive per assicurare la conformità con le nuove normative. Siamo orgogliosi di comunicarvi che, nonostante la necessità di più tempo per le necessarie verifiche, siamo riusciti a preservare la maggior parte degli strumenti messi già a disposizione degli investitori di Prepay”.

Desideriamo esprimere la nostra gratitudine allo studio LCA e all’Avv. Umberto Piattelli per l’eccezionale supporto, a Growishpay per l’efficace adeguamento tecnologico della piattaforma, agli intermediari di Consob e Banca d’Italia per il loro prezioso confronto, e a tutti coloro che hanno contribuito, direttamente o indirettamente, a questo processo.
La vostra fiducia e gratitudine sono state fondamentali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Accedi

Registrati

Reimposta la password

Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email, riceverai un link per reimpostare la password via email.