piattaforme p2p lending

Le piattaforme di Peer to Peer Lending sono dei luoghi virtuali (siti web) che offrono agli utenti registrati, la possibilità di richiedere un finanziamento o investire somme di denaro. Per capire come funziona il sistema, ti consiglio la lettura della guida introduttiva sul P2P lending.

I portali operano principalmente in tre macro segmenti (Privati, Imprese e Real Estate) ed offrono all’investitore la possibilità di finanziare soggeti privati, aziende o progetti di real estate crowdfunding.

Il P2P Lending, essendo un fenomeno piuttosto recente, non è ancora stato normato a livello europeo. Pertanto, non tutte le piattaforme sono obbligate ad essere autorizzate per poter operare sul mercato. In Italia, Banca D’Italia ha pubblicato una Delibera (584/2016) recante disposizioni per la raccolta del risparmio dei soggetti diversi dalle banche, con l’obiettivo di fornire una prima cornice regolamentare alle forme di finanziamento alternative al tradizionale canale bancario.

Per quanto riguarda il tema fiscale, la Legge di Bilancio (Legge 205/2017) ha introdotto una agevolazione per i prestatori, assoggettando i proventi da investimento nel peer to peer lending alla ritenuta a titolo definitivo con aliquota 26%. Per maggiori dettagli, ti consiglio la lettura dell’articolo dedicato alla tassazione degli interessi nel p2p lending.

Le piattaforme di peer to peer lending attive