le piattaforme di peer to peer lending

Le piattaforme di Peer to Peer Lending sono dei luoghi virtuali (siti web) che fungono da intermediario tra soggetti alla ricerca di un finanziamento e persone alla ricerca di opportunità di investimento.

Sono in sostanza dei portali che mettono in contatto diretto prestatori e richiedenti all’interno di un marketplace. Gli investitori, dopo aver creato il proprio account all’interno della piattaforma hanno la possibilità di selezionare i prestiti che vogliono finanziare.

Per ogni prestito è esposto il tasso di interesse e se tu deciderai di finanziare quel soggetto o quell’impresa, ogni mese riceverai indietro una quota di capitale maggiorata di un interesse come un normale piano di ammortamento di un mutuo.

I portali di P2P lending operano principalmente in tre macro segmenti:

LE PIATTAFORME DI PEER TO PEER LENDING SONO REGOLAMENTATE?

Non tutte le piattaforme Europee sono obbligate ad essere autorizzate per poter operare sul mercato. In Italia, per esempio, le piattaforme devono per legge essere istituti di pagamento autorizzati e vigilati da banca d’Italia ma se ci spostiamo nei paesi dell’est, ad esempio, le autorizzazioni non sono necessarie.

Ciò implica un certo grado di rischio maggiore e per questo motivo i tassi di interesse offerti sono maggiori in questi paesi rispetto all’italia.

QUALI GARANZIE OFFRONO LE PIATTAFORME ALL’INVESTITORE?

Poiché l’investitore opera come se fosse una banca se ne accolla pure tutti i rischi di mancato pagamento delle rate da parte del debitore.

Tuttavia, le piattaforme di peer to peer lending offrono alcune garanzie nei confronti degli investitori. Ad esempio vi sono alcune piattaforme che hanno la garanzia buy-back sui prestiti che si attiva quando un debitore è in ritardo di due rate. In questo caso, la piattaforma ti rimborsa l’intero capitale che devi ancora riscuotere e poi gestisce lei il recupero del credito.

Vi sono poi altri sistemi di mitigazione del rischio che ti rimborsano utilizzando un fondo comune che viene alimentato dai soggetti che richiedono un prestito.

QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE UNA BUONA PIATTAFORMA?

Il tasso di interesse offerto non deve essere l’unico parametro da considerare quando valutati l’apertura di un contro presso una piattaforma di peer to peer lending. Anzi, ricordati che maggiore è il tasso di interesse offerto e maggiori sono i rischi a cui vai incontro.

Quello che ti consiglio è di guardare se la piattaforma ha un mercato secondario in cui poter vendere prima della scadenza i tuoi investimenti, oppure il tipo di garanzie offerte in caso di mancato pagamento delle rate e il sistema di auto-invest.

Il sistema di auto-invest è una funzionalità che ti permette di creare una strategia di investimento automatica impostando alcuni parametri (durata, tasso di interesse, area geografica e così via) in modo tale da non dover entrare tutti i giorni a controllare se ci sono nuove offerte da finanziare.

COME VENGONO TASSATI I RENDIMENTI?

La tassazione degli interessi erogati dalle piattaforme di peer to peer lending è differente in base al paese di origine della piattaforma. In Italia è semplice, i proventi sono tassati con una ritenuta del 26% e le piattaforme si occupano di versare mensilmente le somme all’erario.

Le piattaforme estere invece, poiché ancora il legislatore non si è espresso in materia, seguono il meccanismo dell’aliquota marginale. In sostanza maggiore è il tuo reddito dichiarato e maggiore sarà la percentuale di tasse che pagherai a fine anno.

Di seguito ho raccolto per te le principali e le più famose piattaforme di Peer to Peer lending in Europa con le caratteristiche di ognuna.

Alcune piattaforme offrono bonus di iscrizione e offerte di cashback. Di seguito è riportato un elenco di alcune delle migliori offerte di iscrizione attualmente disponibili. Aggiorneremo regolarmente questa pagina quindi assicurati di controllarla regolarmente.