Smartika prestiti record a luglio!

Nel mese di luglio, la piattaforma di P2P lending Smartika ha segnato un nuovo record storico. Sono stati infatti erogati ben 113 nuovi finanziamenti che sommandosi ai precedenti permettono di arrivare alla cifra complessiva di 2298. Anche per quanto concerne i volumi è stato toccato un nuovo record raccogliendo 479.700 euro. I volumi complessivamente raccolti dall’avvio della piattaforma sono pari a 11.561.090 euro.

La tabella seguente, scaricabile sul sito ufficiale di riferimento, mostra per ogni classe di rischio i seguenti valori:

  • La durata (12-24-36-48 mesi)
  • Il Tan medio
  • Il Taeg medio
  • L’importo finanziato (per ogni mercato)
  • L’importo del fondo (le somme che sono state allocate al fondo per le insolvenze)
  • I prestiti erogati
CLASSEDURATATAN MEDIOTAEG MEDIOIMPORTO FINANZIATOIMPORTO FONDOPRESTITI EROGATI
TOTALE4.6510.01€479,700.00€9,588.80113
A+12122.9711.06€1,050.00€3.851
A+24243.736.14€9,700.00€60.003
A+36364.746.41€20,540.00€57.002
A+48485.026.96€19,870.00€398.404
A12123.6211.49€1,150.00€1.501
A24244.417.71€12,430.00€33.253
A36364.658.59€6,220.00€100.002
A48485.447.78€34,850.00€117.004
B12124.1211.72€9,200.00€79.206
B24244.8210.31€37,870.00€576.008
B36365.079.68€42,230.00€910.808
B48485.589.53€59,310.00€1,476.9010
C12124.5213.81€7,480.00€92.306
C24244.9311.35€35,530.00€668.0010
C36365.4510.63€30,220.00€786.807
C48485.329.76€82,170.00€2,632.0012
K12124.3814.35€13,080.00€196.808
K24244.3711.66€29,570.00€649.0010
K36365.1711.31€27,230.00€750.008
K4848

 

Come noto, all’interno della piattaforma è possibile investire le proprie somme di denaro sia in funzione della durata che della classe di rischio. Attualmente esistono 4 scadenze: 12, 24, 36, 48 mesi ed esistono 5 classi di rischio: A+, A, B, C, K. La combinazione tra le scadenze e i rating, permette di ottenere 20 mercati su cui investire.

Ogni investitore può decidere se allocare le proprie somme in maniera automatica o manuale. La modalità automatica è molto semplice. Il cliente inserisce il tasso di rendimento che vuole ottenere e l’applicazione calcola la giusta composizione del portafoglio per ottenere quel determinato tasso.

Un cliente più esigente può invece decidere di investire le proprie somme in modalità manuale andando a selezionare il mercato che ritiene più opportuno per creare la propria offerta di prestito. In questo caso, la prima cosa da fare è analizzare i dati raccolti nel mese di luglio con l’obiettivo di avere una chiara composizione del portafoglio. Il primo grafico espone le percentuali di finanziamenti che sono state concesse nelle varie classi di rating. Ad esempio, il 9% dei 113 prestiti sono di rating A+ (la classe più affidabile) mentre il 23% sono di classe K (la più rischiosa).

ripartizione classi

Questa analisi evidenzia in maniera immediata il grado di rischio associato ai finanziamenti del mese oggetto di analisi. E’ sempre importante tenere in considerazione la composizione del portafoglio ripartito per classi in quanto permette di comprendere quanto rischio è presente all’interno del portafoglio.

La seconda analisi riguarda invece la percentuale di finanziamenti raggruppati per scadenze. Come possiamo notare, nel mese di luglio sono stati erogati finanziamenti a tutte le scadenze possibili e con una certa omogeneità.

ripartizione durate

Dopo aver compreso la struttura del portafoglio può essere interessante anche avere un grafico che mette in evidenza il TAN. Questo dato è estremamente importante in quanto permette di comprendere l’effettivo rendimento che può ottenere un utente che decide di investire delle somme nella piattaforma. In finanza, i tassi di interesse dovrebbero seguire le seguenti dinamiche:

  1. Dovrebbero crescere all’aumentare della durata del prestito
  2. Dovrebbero crescere al variare del tasso di rating

Tralasciando le spiegazioni tecniche, quello che interessa a noi è comprendere se queste due relazioni sono sempre soddisfatte. Esse vengono sempre rispettate eccetto per la classe di rischio K. Infatti, come possiamo notare dal grafico sottostante,  il tasso K24 risulta essere inferiore al K12. Questa anomalia potrebbe significare che il mercato K non è un mercato efficiente.

tan

 

Daniele Forza

Classe ’82. Dopo aver conseguito una laurea triennale in economia di Internet ed una magistrale in finanza decide di perfezionare i suoi studi con un master in credit risk management. Appassionato di tecnologia e di finanza, fonda ItalianCrowdfunding.it per raccontare l’evoluzione del crowdfunding in Italia e nel mondo specializzandosi poi nell’area P2P lending.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *