In Equity We Trust #2: Papèm e Menoo

Nella seconda puntata della rubrica In Equity We Trust vi presentiamo le offerte in corso sul portale Equinvest.

Due start-up innovative operanti nel settore delle ICT ma con focus differenti. Mentre Papèm si propone come prima app che permette ai retailers di raggiungere i consumatori con contenuti geo-localizzati, Menoo è una piattaforma web e mobile che consente all’utente di ordinare cibo di qualità dai migliori ristoranti, garantendo la rapidità del servizio e che arrivino sulla tavola del cliente ancora caldi e fragranti, come al ristorante.

papem, menoo

Papèm

Papèm S.r.l. è la start-up innovativa che ha sviluppato l’omonima App per smartphone che permette di ricercare e acquistare prodotti di abbigliamento e design presso i negozi partner. Papèm si rivolge a brand affermati, boutique multi-brand, designer emergenti e artigiani offrendo loro un sito web dove i negozi iscritti possono pubblicare offerte, gestire il loro inventario in tempo reale e controllare e ottimizzare la loro performance giornaliera.

papem

Il Revenue model è basato su:

  • fee mensile, che varia da 14€ a 59€ in base ai servizi offerti;
  • fee per visita, nel caso in cui un utente blocchi il prezzo su un’offerta e vada a vederla presso il negozio tra 1,25€ e 4€;
  • commissione del 10% sul valore del prodotto venduto nel caso in cui l’acquisto avvenga online.

Attiva su Milano e Palermo la società fondata nel 2014 ha già concluso un round di finanziamento pre-seed da 100.000€ e a Marzo ha iniziato un secondo round seed da 400.000€ e ha generato business per oltre 14.000 € per i suoi partner in tre mesi di attività.

Obiettivo dell’offerta di capitale di rischio sulla piattaforma Equinvest è di 100.000€, per una controvalore di equity offerta del 5,56% di quote ordinarie in possesso di pieni diritti amministrativi e patrimoniali, per una pre-money valuation di 1.698.561€.

L’offerta in corso è di tipo scindibile, dunque non è presente una soglia minima da raggiungere affinché si perfezioni l’aumento di capitale mentre è presente l’obbligo di sottoscrizione di una quota minima del 5% da parte di un investitore professionale, come indicato all’articolo 24 del Regolamento Consob.

Ad oggi la quota riservata agli investitori professionali non è ancora stata sottoscritta e l’ammontare di raccolta è di 10.000€, somma investita da un solo investitore. L’aumento di capitale servirà per espandere l’operatività attraverso campagna di marketing e migliorare la componente IT, inoltre è prevista l’espansione a Roma entro la fine dell’anno e in altre città europee nel 2017.


Menoo

Menoo è la piattaforma di food delivery sviluppata dalla start-up innovativa Digikom S.r.l. che permette di ordinare cibo di qualità dai ristoranti affiliati tramite web o mobile. Si rivolge principalmente a ristoranti di qualità medio-alta offrendo servizi personalizzati per la raccolta degli ordini (white label), l’uso di packaging adatti alla conservazione e la possibilità per l’utente di seguire lo stato della consegna attraverso un sistema GPS.

menoo

Le fonti di ricavi per Menoo sono:

  • provvigioni sulle ordinazioni, 25-30% sugli ordini online
  • fee mensile da 69 a 149€ per le tipologie di abbonamento “white label” (Silver, Gold e Platinum) oltre ad una set up free di 199€ e servizi complementari.

Obiettivo dell’offerta pubblicata su Equinvest per finanziare la fase di early stage è di 300.000€ per una quota pari al 36% del capitale sociale rappresentato da quote ordinarie, con l’obiettivo minimo di raccolta affinché si perfezioni l’offerta pari a 100.000€.

La valutazione pre-money della società è dunque pari a 733.333€. L’investimento minimo è pari all’importo di un pacchetto di quote ordinarie pari a 499€, corrispondente a 6,12€ di capitale sociale nominale e 492,88€ di sovrapprezzo mentre ad oggi non è presente ancora nessun investitore.

Il mercato del food delivery è argomento ben noto, ricco di diverse soluzioni e di già ben affermati concorrenti. Le recenti acquisizioni a livello nazionale e internazionale mostrano come il mercato sia in crescita e di grande interesse ed è proprio una futura acquisizione da parte dei big del settore a cui punta Menoo.

Andrea Friso

Andrea Friso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *