FILEclic, il nuovo motore di ricerca file più veloce in Equity su Opstart

Il mercato dell’equity crowdfunding in Italia continua a crescere, sempre più start-up e pmi innovative si rivolgono ai risparmiatori offrendo quote di capitale sociale per sostenere la nascita e lo sviluppo della loro business idea.

Nel primo semestre del 2016, ben 16 imprese si sono cimentate sui portali italiani nella raccolta di capitali di rischio. Un segnale indubbiamente positivo, frutto dello sforzo del legislatore di ascoltare ed accogliere le istanze apportate dagli operatori del settore che quotidianamente dialogano con le startup nostrane, affiancandole e supportandole nella dura scalata verso l’affermazione sul mercato nazionale ed internazionale.

Tra le start-up che hanno deciso di ricorrere allo strumento dell’equity spicca la bergamasca NexApp, start up innovativa espressione della creatività digitale in grado di offrire diverse e complementari soluzioni digitali personalizzate.
La campagna di equity, attiva dallo scorso 17 Giugno sul portale Opstart, mira a raccogliere 65.100 euro per lo sviluppo di FILEclic, il nuovo motore di ricerca file per censire, organizzare e reperire in pochi secondi documenti di lavoro.
Ciao Alessandro, benvenuto, raccontaci di NexApp! Qual è la vostra esperienza nel settore delle soluzioni digitali?

NexApp è nata per aiutare le aziende, soprattutto le PMI, a valorizzare e migliorare il loro ambiente informatico esistente, attraverso progetti software e servizi innovativi, che permettano un investimento sostenibile ed il raggiungimento degli obiettivi di business nei tempi stabiliti. I progetti già realizzati hanno permesso alle aziende clienti di risparmiare fino al 50% sui costi rispetto alla situazione pre-esistente e a rendere fino all’80% più veloci i loro processi critici presi in considerazione. In altre parole forniamo strumenti software su misura per aiutare le aziende ad essere competitive in mercati sempre più internazionali, con una concorrenza che si evolve sempre più velocemente.

Chi c’è dietro NexApp?

Il team di Nexapp è composto da Alessandro Arioldi, Luca Antonio Bodini e Fabio Finazzi.
Alessandro Arioldi comincia la sua carriera nel 2000 immediatamente dopo la chiusura degli studi come perito informatico. Grazie a un’esperienza maturata in ambito di sistemi prima e di sviluppo poi, unite a una spiccata dinamicità e voglia di crescita, avvia un’attività di consulenza in qualità di programmatore che conta una parco di circa 100 clienti. Qui la necessità di trasformare l’attività di consulenza in una vera e propria società informatica, che comprenda entrambe le aree attualmente gestite.
Luca Antonio Bodini porta il suo contributo in ambito di programmazione come consulente e programmatore con una forte esperienza in Oracle JDE, maturata per anni nella gestione di progetti per aziende multisede e multinazionali dalle dinamiche complesse e articolate.
Fabio Finazzi porta al gruppo la sua esperienza prettamente tecnica in ambito sistemistico. Le esperienze lavorative pregresse in ambito di realizzazione e mantenimento di infrastrutture di piccole e medie dimensioni e in qualità di PM delle stesse, permettono alla società di gestire il cuore di ogni infrastruttura IT, ovvero le macchine che la compongono e che permettono di fatto la gestione dei software e delle soluzioni implementate dagli altri due colleghi. Fondamentale questo tassello per chiudere il cerchio delle necessità.
L’unione di tre figure, con esperienze maturate in ambito di gestione di soluzione informatiche hardware e software per azienda di differenti dimensioni ma soprattutto con una visione comune del significato di servizi IT per le imprese, hanno permesso di offrire e creare soluzioni ad hoc che incontrino le necessità di ogni utente e le anticipino.

TeamNexApp Opstart

 
Cos’è FILEclic? E come nasce l’idea di questo nuovo prodotto?

FILEclic è una tecnologia software che permette di creare ordine dal caos. Cioè permette di censire, catalogare, organizzare, pubblicare e trovare subito i file che si cercano, anche attraverso il loro contenuto, con estrema semplicità e velocità, ovunque essi siano, incluso Google drive. E’ molto di più che un motore di ricerca, perché permette la gestione e condivisione dei file: Documenti Office, Audio, Video, Immagini e DWG, sia locali che in cloud e riduce drasticamente, da minuti a secondi, i tempi di ricerca delle informazioni tenendo sempre in contatto utenti e documenti con estrema velocità e la massima riservatezza.
FILEclic è uno strumento molto utile alle micro, piccole e medie imprese, perché quasi tutte hanno tanti file sparsi ovunque nella loro infrastruttura e hanno difficoltà a organizzare le informazioni di cui hanno bisogno, magari perdendo tanto tempo a cercarle senza trovarle. Può capitare di non ricordarsi dove i file sono stati salvati: questa tecnologia li trova e li cataloga automaticamente, assicurando l’accesso ai soli utenti che possiedono le relative autorizzazioni, per garantire la massima sicurezza e confidenzialità.
L’idea di FILEclic ci è venuta dopo avere realizzato un progetto per un nostro cliente, che aveva la necessità di inventariare, catalogare e gestire tutti i file memorizzati nella propria infrastruttura informatica, incluso il suo private cloud, per poterli ricercare e trovare in pochi secondi, anche attraverso il loro contenuto. Non avendo trovato nulla di soddisfacente sul mercato per le sue necessità, che non fosse solo un’estensione più o meno sofisticata della funzione “ricerca file” di Windows, si è rivolto a noi per realizzare una soluzione professionale indipendente dai contesti e dalle piattaforme (incluso google drive), semplice e veloce, in Italiano, dotata degli opportuni livelli di sicurezza e con un contatto certo e facilmente raggiungibile per il supporto. I benefici derivanti da questa soluzione hanno permesso di velocizzare di 60 volte (da minuti a secondi) l’attività ed  il modo di lavorare del nostro cliente, con un aumento della produttività, della sicurezza (solo chi è autorizzato accede ai file) e un accesso istantaneo a tutte le informazioni sparse per l’azienda. Così ci siamo chiesti: perché non rendere disponibile a tutti questa tecnologia, visto i benefici?  D’altronde le soluzioni che ci sono oggi sul mercato non sono studiate per le PMI e non hanno tutte queste caratteristiche integrate in un unico prodotto. E così abbiamo deciso di iniziare una raccolta fondi attraverso la piattaforma di Equity Crowdfunding come OPSTART.IT per pacchettizzarla e offrirla al grande pubblico italiano e internazionale.

Qual è la tecnologia che supporta FILEclic e come funziona operativamente?

FILEclic si presenta all’utente come un normale sito web, si tratta infatti di una applicazione web sviluppata con tecnologia “Responsive” quindi in grado di adattarsi al meglio ai dispositivi con la quale viene consultata.
Dietro si compone di tre strati principali:

– il motore FILEclic sviluppato da Nexapp per fornire una interfaccia grafica semplice ed intuitiva da un lato, e dall’altra dialogare con differenti “motori” di indicizzazione e sistemi di archiviazione dati.

– interfaccia verso motori di indicizzazione: FILECLIC é configurato per interfacciarsi con i più famosi sistemi di indicizzazione: GSA (Google Search Appliance), SOLR Apache , ElastichSearch Apache; potenzialmente può collegarsi con qualsiasi dispositivo di questo tipo.

– interfaccia verso sistemi di archiviazione: FILEclic può memorizzare i file gestiti in file system locali, strutture in cloud quali Google Drive, il tradizionale file server aziendali.

Molto curato l’aspetto della protezione dei file, che nelle diverse configurazioni garantisce un altissimo livello di protezione. L’utente vede  e trova solo i file a cui ha accesso.

Il linguaggio di programmazione alla basa di tutto é Python che permette l’installazione sia su sistemi Linux che sistemi Windows. Garantento anche in questo caso un altissimo livello di scalabilità.

FILEclic nasce per rispondere ad un bisogno concreto di un vostro cliente, oggi intende rendere il prodotto disponibile per una vasta platea di utilizzatori, a che stadio progettuale è il software?

Oggi FILEclic è un “semilavorato” software, un “motore complesso” che richiede l’integrazione nell’ambiente dei clienti attraverso un progetto specifico, essendo ogni realtà diversa dalle altre con le sue specificità. Svolge tutte le funzionalità richieste ma deve essere reso localizzabile nelle principali lingue per l’uso internazionale e dotato di un programma d’installazione e configurazione che eviti ogni volta un’attività d’integrazione da parte di specialisti software.

Perché una campagna di equity crowdfunding? E come siete venuti a conoscenza dello strumento?

La campagna di Equity Crowdfunding è finalizzata alla raccolta fondi necessaria per la – pacchettizzazione – e localizzazione internazionale di questa soluzione software, che prevede lo sviluppo di strumenti per renderlo installabile e configurabile in modo semplice, su qualsiasi piattaforma, da chiunque, anche da chi non ha specifiche competenze informatiche, e rendere così questa soluzione distribuibile al grande pubblico. Tutto questo comporta un investimento in termini di forza lavoro per le attività di reingegnerizzazione di alcune parti  di software, per adattamenti,  semplificazioni e riconfigurazioni per un utilizzo più generico. Non solo, tali fondi ci servono anche per l’investimento marketing necessario per la commercializzazione sui mercati internazionali.
Per quanto riguarda l’equity Crowdfunding, siamo venuti a conoscenza circa 2 anni fa quando siamo stati invitati a dei convegni che trattavano la finanza alternativa per le imprese, organizzati della camera di commercio di Bergamo e da Confindustria Bergamo.

La campagna in equity è partita da pochi giorni, ma già si vedono i primi risultati. Oltre la cessione di quote del capitale sociale vi è anche la possibilità di pre-acquisto del prodotto?

Attualmente non è prevista la possibilità di pre-acquisto del prodotto, la piattaforma la si può già acquistare in Nexapp ma in versione a progetto, per la versione a pacchetto bisognerà aspettare qualche mese.

Quali sono le prospettive e le strategie future dell’azienda?

Nexapp crescerà su due principali rami, il primo legato alla consulenza e allo sviluppo di nuove piattaforme e soluzioni custom, a luglio partirà l’academy, formeremo dei programmatori che poi lavoreranno come consulenti per altre società di informatica con le quali abbiamo già firmato degli accordi.
Il secondo ramo è quello della pacchettizzazione delle soluzioni che andremo a sviluppare custom per i nostri clienti, selezioneremo le idee migliori che potenzialmente potrebbero avere un mercato e le renderemo disponibili a tutti.
Lavoreremo molto sulla formazione, sulla selezione del team per ampliarlo con profili di qualità, continueremo a sviluppare soluzioni integrate offrendo consulenza alle aziende, con particolare attenzione al cognitive business, parallelamente svilupperemo i nostri software da rivendere.

Grazie e buon lavoro al team di NexApp!

Lucia Michela Daniele

Anno 1987, Dottoressa in Economia & Management, Musicista per genetica e Lettrice del Mondo. Il Crowdfunding entra nella sua vita grazie alla tesi di laurea magistrale, e si ostina a non abbandonarla. Appassionata di Startup e Business Strategy è fermamente convinta che la finanza alternativa possa contribuire fattivamente al rinvigorimento della nostra, da troppo tempo ormai, malata economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *